Per vivere bene è importante curare l’alimentazione e, ogni tanto, concedersi un buon pasto al ristorante. Chi passa da Follonica deve fermarsi al nostro locale, Da Maurizio, che da quasi cinquant’anni porta avanti una cucina di mare semplice, casereccia e gustosa.

Spaghetti allo scoglio

I piatti che propone sono dei classici, ma l’esperienza che vi è dietro lasciano che sia uno dei locali storici ancora presenti a Follonica dopo decine di anni. Uno dei primi piatti presenti nel nostro menu sono gli spaghetti alle vongole, un primo di mare semplice che si può trovare nelle dure varianti bianco e rosso.

Spaghetti con molluschi

Se le vongole veraci non fanno per te, non preoccuparti. Nel nostro menu ci sono molti piatti che puoi scegliere e altri primi sono le farfalle verdi agli scampi, il risotto alla marinara e, se vieni di venerdì, potrai trovare un’ottima zuppa di pesce.

Gli spaghetti allo scoglio è il piatto di mare più famoso e più preparato quando si va a mangiare pesce in un ristorante. Ci sono molte varianti e ogni cuoco lo prepara secondo usanze e metodi differenti. Adesso, vediamo quali sono i differenti passaggi per cucinare degli spaghetti ai frutti di mare.

Cucinare gli spaghetti ai frutti di mare

La preparazione degli spaghetti alle vongole è semplice, ma bisogna rispettare i vari step. La prima cosa da fare è la pulire bene le vongole per evitare che la sabbia si mescoli al sugo. Per pulirle devono essere messe all’interno di un recipiente d’acqua e poi scosse con le mani fino a che l’arena non si fermi sul fondo del recipienti.

Dopo aver ripetuto la pulizia un paio di volte, bisogna metterla a bagno e lasciarle venti minuti in acqua. Nel frattempo prepariamo una padella e vi inseriamo olio di semi (oppure l’olio d’oliva, ma dovete sapere che questo è più inteso e copre il sapore del pesce), sale e pepe.

Dopo, si mettono le vongole nella padella con un coperchio accendendo il fornello a fuoco medio. Nel frattempo, si può far bollire l’acqua e buttare gli spaghetti. Dopo circa 10 minuti bisogna controllare le vongole e, se si sono aperte, si può spegnere il fornello. Inoltre, se i gusci sono molti possiamo toglierne alcuni lasciando solo la polpa nella padella.

Linguine con le vongole

Photo by Eiliv-Sonas Aceron on Unsplash

 

In più, noterete che si è formato un delizioso sughetto nella padella, non toglietelo, perché lo userete per saltare la pasta. Quando la cottura degli spaghetti è al dente scolateli e saltateli in padella fino a che l’acqua in eccesso non è evaporata, senza però asciugare troppo la pasta.

I vostri spaghetti alle vongole sono pronti, aggiungete del prezzemolo tritato e servite.

Buon appetito!